Richiedi subito una visita gratuita
Loading...
Grazie ! Ti contatteremo al più presto.

Centro Estetico
Soluzione Cellulite a Roma

Orari : Da Lunedì a Sabato orario continuato - dalle 10:00 alle 19:00

  Tel : 06/66.03.10.03 (Cornelia-Boccea-Balduina)

Cavitazione (liposcultura ultrasonica)

La liposcultura ultrasonica esterna, detta anche cavitazione, è una tecnica innovativa impiegata per la riduzione non chirurgica delle aree di accumulo di grasso attraverso l’utilizzo di ultrasuoni a bassa frequenza. Queste onde sonore hanno una frequenza superiore a quelle mediamente udibili dall’orecchio umano.

L’applicazione degli ultrasuoni a bassa frequenza nel campo dell’estetica si basa sulle proprietà termiche, meccaniche, biologiche, biochimiche e di cavitazione che hanno le onde sonore sul tessuto adiposo (grasso).
Esse, penetrando nei tessuti, cedono parte della loro energia sotto forma di calore. L’innalzamento della temperatura locale determina un aumento della microcircolazione e un aumento di volume delle cellule adipose (effetto termico).

La forza esercitata dalle onde sonore sulle cellule adipose determina dei micro-oscillamenti verso zone a minore pressione (effetto meccanico).

Le variazioni di pressione prodotte determinano alterazioni a livello della membrana cellulare, alterandone la permeabilità e liberando così i lipidi contenuti all’interno della cellula (effetto biologico e biochimico).

Infine il passaggio di ultrasuoni attraverso la cellula adiposa determina la formazione di onde depressorie e pressorie ad altissima velocità. Durante la prima fase di depressione si ha lo sviluppo di microbolle all’interno della cellula, mentre durante la fase di compressione si ha l’implosione delle microbolle sotto l’enorme pressione esercitata. Questo fenomeno fisico è chiamato cavitazione.

A causa della rottura della membrana cellulare, il grasso contenuto nell’adipocita fuoriesce e passa nell’interstizio. Tramite il circolo linfatico è trasportato al fegato, dove viene metabolizzato come un qualsiasi grasso alimentare; infine è eliminato tramite i reni.

Le onde sonore utilizzate sono molto selettive e non danneggiano gli altri tessuti (come il connettivo), né i muscoli, i nervi e i vasi sanguigni.

L’utilizzo di ultrasuoni transdermici è sicuro, efficace, non invasivo e indolore.